Più luce in giardino… con Cuno Amiet

Cuno Amiet (1868 – 1961) artista svizzero. Da lui nacque l’arte moderna in Svizzera. Per Amiet i colori hanno la precedenza nelle composizioni, il colorismo e la sua espressione. Armonie in macchie di colori pastello, i più puri, per giocare con il sole.

Di certo ha usato la primavera, una vita vissuta in giardino, sotto l’ombra di ogni albero, accostato alle dalie, alle magnolie, a tutte le donne più belle in primavera, pronte alla creatività grazie alle ore di sole in più… Vorrei avere tutte le ore del sole e giocare fino al tramonto e al tramonto aspettare la luce di nuovo e quella tranquillità e guardare sempre fuori… primavera, sempre nuova vita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Angel Olsen – Unfucktheworld

Annunci

Isaac Israëls, le donne di nessun giorno…

Isaac Israëls ( 1865 – 1934), pittore impressionista olandese. Figlio del noto pittore Jozef Israëls, molte delle sue opere sono conservate presso il Rijksmuseum di Amsterdam dove io lo conobbi e all’Ashmolean Museum di Oxford.

Ecco le donne nel giorno di nessuno…

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Finite le feste… Guy Pène du Bois

Guy Pène du Bois ( 1884 – 1958) pittore, critico d’arte ed insegnante americano. Nato negli Stati Uniti da una famiglia francese. I volumi semplificati delle sue figure sono scolpiti e torniti nel fastoso mondo dell’alta società. Le sue donne si muovono tra la folla, riflettono, si perdono nei pensieri, si agitano nell’animo e fuggono via.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Hermenegildo Anglada Camarasa

Hermenegildo Anglada Camarasa (1872 – 1959)  pittore impressionista spagnolo, originario di Barcellona.

La pittura impressionista angladiana di Camarasa non  è stata studiata presso le accademie ma direttamente a contatto con la natura, tra le magie delle luci sui colori. I suoi sono paesaggi desiderati in una realtà alterata e spinta al fantastico, al sogno. Nessun grigiore, tutti i colori puri della natura nella loro più viva rappresentazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ha ritratto giovani donne avvolte da meravigliosi tessuti, ricchi di dettagli decorativi, ricordo del dominio arabo… dell’eleganza orientale. Come un bouquet di fiori freschi le loro pose incantano e omaggiano la femminilità. L’incarnato chiaro risalta sugli sfondi di profondo blu o si confonde sullo stesso tono.

Rappresentate nella loro vanità innata, le donne di Camarasa dimostrano di saper sbocciare con tutti i colori dei loro umori. Appaiono timidamente fino all’esplosione…

Questo slideshow richiede JavaScript.

E poi un tuffo nel mare, il più variopinto e caleidoscopico…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ebbe poche esposizioni in Francia, poche presenze dentro i saloni parigini. Eppure eccolo qui con i suoi colori, presentissimo.